Colle_di_Tenda_0001Alla fine degli anni ’80, l’esigenza dei Mushers italiani (ovvero i conduttori delle slitte trainate dai cani nella pratica dello Sleddog), con i propri cani durante la stagione estiva, unita alla passione di alcuni amanti della montagna, contribuì alla nascita del Dog Trekking.

Le prime gare vengono organizzate circa vent’anni fa in provincia di Cuneo. Pierangelo De Stefanis, fondatore dell’Associazione Italiana Dog Trekking, organizza, nell’estate del 1990, una gara della durata di alcuni giorni lungo i sentieri del Monregalese durante la quale il pernottamento era previsto in tenda nei cosiddetti “campi base”.

Questa fu un’esperienza talmente inedita per concorrenti ed organizzatori, che suscitò moltissima curiosità e interesse, tanto da proporre una serie di gare articolate in un “Campionato Italiano Dog Trekking”, in svariate località dell’arco alpino.

Maurizio Pagliarini, nel 1991, organizza, in collaborazione con l’Assessorato allo Sport della Provincia di Genova, una gara di 15 Km snodata sul percorso dei Forti genovesi e una di 35 Km sull’ Alta Via dei Monti Liguri.

Nel 1993 De Stefanis e Pagliarini organizzano la mitica “Race Dog”, 100 Km in tre giorni tra i rifugi del Monviso; un’affascinante itinerario escursionistico attorno alla famosa e imponente montagna piemontese.

Con il passare degli anni il Dog Trekking viene introdotto e conosciuto anche in Lombardia, in particolare in provincia di Bergamo, grazie all’opera di Giangelso Agazzi e di un gruppo di appassionati.

Negli anni successivi vengono organizzati eventi e gare anche per diverse discipline similari come il Kart Dog e il Dog Bike ma, con il passare del tempo, cala lo spirito agonistico e le varie attività vengono quasi dimenticate.

Oggi l’Associazione Italiana Dog Trekking e Dog Trekking Italia sono marchi registrati e hanno ripreso piena attività per raggruppare tutti coloro che desiderano sviluppare questo settore in modo serio e professionale, cosi da offrire a coloro che vogliono stare in compagnia del loro amico a quattro zampe, attività a livello agonistico, escursionistico, avventuroso o con semplici passeggiate nel più totale rispetto dell’ambiente e dell’animale stesso dove l’affiatamento tra uomo e animale e l’amicizia che li lega, devono essere la regola fondamentale.